CHIUDI

Email Newsletter

Come Funziona?

Se voi essere sempre aggiornato sulle nostre novità , inserisci la tua email e riceverai una newsletter periodida.

CHIUDI

Continua lo shopping
Vai al carrello
Progetto Formativo a.s.2016-17

“Il cielo non ha muri…speciali nella nostra diversità che ci rende unici”

Premessa

Il muro è da sempre un simbolo di protezione, una struttura che garantisce sicurezza e tranquillità a chi si rifugia dietro di esso. Basti pensare alle mura delle antiche città che le proteggevano dagli attacchi dei nemici.  Ma il muro è stato anche un potente simbolo di divisione, che inevitabilmente evidenzia, e amplifica, le differenze tra quelli che stanno “di qua” e coloro che invece si trovano “di là” dal muro. È infatti molto antica l’idea di poter separare popoli e culture tramite un muro, una barriera che tenga fuori gli “altri”, i “barbari” che, se lasciati liberi di passare il confine, metterebbero in pericolo l’ordine perfetto della società fino a minacciare di distruggere l’intero “mondo civilizzato”.

Destinatari

Il progetto vede coinvolti le insegnanti e gli alunni della Scuola Maria Ausiliatrice.

cileo non ha muri

Finalità Scuola Primaria

Promuovere la cultura della solidarietà e dell’integrazione.

Riconoscere, accettare ed assumere la diversità come ricchezza e risorsa.

Progettare percorsi didattici interculturali.

Creare un clima di accoglienza e di integrazione verso “il diverso”.

Finalità Scuola dell’Infanzia e Sezione Primavera

Stimolare in ogni bambino l’insorgenza dell’empatia verso l’altro.

Offrire  l’opportunità di conoscere meglio se stessi attraverso il confronto con chi è diverso da te.

Rafforzare l’autostima.

Consolidare il concetto di amicizia e solidarietà.

Educare alla diversità come ricchezza.

Obiettivi specifici Scuola Primaria, Scuola dell’Infanzia e Sezione Primavera

Comprendere che l’essere diversi riguarda tutti ed è proprio questa diversità che ci rende speciali e unici.

Sviluppare i concetti di uguaglianza di diritti e doveri, responsabilità, pace, cooperazione e sussidiarietà.

Formare negli alunni la coscienza di “cittadini del mondo”, che partecipano in modo costruttivo in una società sempre più diversificata.

Promuovere il rispetto delle regole dell’ambiente per una convivenza civile.

Riconoscere i comportamenti negativi dell’intolleranza razziale.

Prevenire fenomeni di bullismo e razzismo.

Concepire la presenza di compagni diversi come portatori di crescita e sviluppo nel gruppo classe, nel gruppo sportivo o di gioco.

Instaurare relazioni positive con i compagni e con gli adulti e conquistare la giusta fiducia in sé e negli altri.

Sviluppare un clima di dialogo e di confronto per imparare a risolvere i conflitti in modo non violento.

Rispettare conoscenze, capacità ed esperienze pregresse di ogni persona.

Educare alla legalità.

Riflettere sul fenomeno dell’immigrazione.

Contenuti Scuola Primaria, Scuola dell’Infanzia e Sezione Primavera

Muri fisici: muri nel mondo che separano e che hanno separato popolazioni e uomini;

Muri psicologici e ideologici: ingiustizie, povertà, intolleranza razziale, immigrazione, bisogni di diritti;

Muri del cuore: odio, violenza, egoismo, bullismo

Diversità come risorsa.

Uguaglianza di diritti e doveri.

Regole della convivenza civile.

Legalità.

Accoglienza dell’altro.

Rispetto e integrazione.

Attività Scuola Primaria

Giornata di apertura dell’anno scolastico con la visione del film “Il gobbo di Notre Dame” e attività inerenti alla tematica della diversità.

Tre tappe del progetto formativo:

“Accoglienza dell’altro” (diritti e doveri, immigrazione, legalità);

“La diversità come risorsa” (valorizzazione delle differenze individuali: culturali, religiose, etniche e  sociali);

“Rispetto e integrazione” (bullismo, razzismo).

Letture di fiabe, racconti e romanzi.

Filastrocche, canti e poesie popolari.

Attività grafico-pittoriche, ludiche e manipolative.

Visione di filmati e documentari.

Incontri con genitori di culture diverse.

Spettacolo di fine anno scolastico.

Laboratori. Quest’anno sono previsti laboratori facoltativi per tutte le cinque classi.

Per le Classi 1° e 2° è proposto il laboratorio facoltativo: “Lettura animata e creativa” nel quale saranno presentate letture animate, alle quali seguiranno attività pittoriche o manipolative.

Le classi 3°, 4° e 5° a gruppi misti si alterneranno nei seguenti laboratori:

“Una scuola a colori” – laboratorio di scenografia rivolto a realizzare materiali scenici.

“Viaggiamo intorno al mondo”- laboratorio multiculturale rivolto a conoscere e valorizzare altre culture. Verranno proposte fiabe, poesie, canti, giochi, ricette dal mondo. Nel laboratorio saranno realizzate attività grafico pittoriche.

“Un mondo arcobaleno”- laboratorio multiculturale rivolto a conoscere e valorizzare altre culture. Al laboratorio parteciperanno genitori o nonni appartenenti ad altre culture o mediatori culturali che racconteranno ai bambini gli usi e costumi della propria nazione di origine. Inoltre nel laboratorio è prevista la visione di film o cortometraggi sul tema dell’integrazione e saranno realizzate attività grafico pittoriche per realizzare disegni etnici.

La prima tranche di laboratori si terrà dal 3 novembre al 19 gennaio.

La seconda tranche di laboratori si terrà dal 26 gennaio al 16 marzo.

La terza tranche di laboratori si terrà dal 23 marzo al 25 maggio.

Da metà febbraio a maggio è previsto, in vista della recita di fine anno, il laboratorio di teatro per la classe 5°.

Attività Scuola dell’Infanzia e Sezione Primavera

Visione del cartone animato “Il gobbo di Notre Dame”.

Rappresentazione grafica individuale del cartone animato.

Lettura della favola “Il pesce Arcobaleno”.

Drammatizzazione delle situazioni che rappresentano le situazioni più importanti e significative della storia.

Conversazione/discussione con i bambini per riflettere sulle possibili soluzioni da trovare nelle varie situazioni-problema in cui incorre il protagonista della storia ed i suoi compagni.

Verbalizzazione dei  pensieri dei bambini sull’argomento stimolo proposto.

Somministrazione di schede informative.

Allestimento di uno spettacolo di fine anno scolastico a tema.

Indicatori di valutazione

Impegno personale.

Senso di responsabilità.

Disponibilità.

Capacità di organizzazione.

Capacità di scelta personale e di accettazione delle scelte altrui.

Capacità di realizzazione.

Collaborazione e dialogo.

TORNA SU